Calibrazione fotomoltiplicatori

DIDASCALIA
Per sincronizzare i fotomoltiplicatori si accende un laser.

SCHEDA BREVE
Per localizzare e identificare le particelle che interagiscono con il rivelatore, è necessario prima sincronizzare al nanosecondo i fotomoltiplicatori che le captano. La calibrazione avviene illuminando contemporaneamente ciascun fotomoltiplicatore con un impulso generato da un laser che viaggia attraverso un sistema di fibre ottiche verso l’interno del rivelatore. In base ai tempi di risposta dei fotomoltiplicatori si effettua la calibrazione.

Scopri gli esperimenti e aiuta l'alieno a tornare a casa!

Gioca ora